Shibuya e Milla Jovovich

L’incrocio di Shibuya a Tokyo è come appare nei film: grande, affollato, psichedelico.

Come l’interno dei treni e la stazione di Shinjuku – col più alto traffico passeggeri al mondo – fa capire perché è in questi posti che si finge partano le epidemie zombie.
I posti sono affollatissimi, la gente sta vicina, non sia mai sbadigliare in pubblico o incrociare le gambe da seduti ma puoi starnutire in faccia alla gente facendoti sentire dalla Corea. I giapponesi sono predisposti. Allo zombismo, intendo.

Simone Puddu Shibuya Tokio
L’incrocio di Shibuya a Tokio, dove Milla Jovovich sfascia zombies come fossero angurie.

E così, zoppicante per un infortunio, mi sono trascinato per l’incrocio di di Shibuya proprio come gli zombie di Resident Evil, magari un po’ meno pallido, ma di Milla Jovovich nemmeno l’ombra per quanto ci sperassi. Peccato, sarebbe stata una bella morte.

In un localino imboscato in una via laterale, due ragazze locali fumano e ridono, ogni tanto lanciano uno sguardo a questo strano  gaijin coi capelli verdi, che beve e scrive, a cui non si avvicineranno.

Forse potrei esordire con un “Eeeeeeehh…”…

Shibuya - Tokyo - 8  Novembre 2017